Scuola Biennale di Alta Formazione in Archeologia Giudiziaria e crimini contro il Patrimonio Culturale

Scuola Biennale di Alta Formazione in Archeologia Giudiziaria e crimini contro il Patrimonio Culturale

Quota di iscrizione scontata per i soci ANA

Sempre più frequentemente l’archeologia e le discipline dei beni culturali trovano applicazione in ambito giudiziario: gli archeologi, gli storici dell’arte e gli altri professionisti della tutela del patrimonio culturale sono chiamati, infatti, a mettere le proprie competenze a servizio della magistratura, degli inquirenti, delle forze dell’ordine, degli avvocati e dei professionisti operanti nel settore della giustizia, per svolgere le funzioni di consulenti e per redigere perizie e valutazioni su danni al patrimonio culturale e su reperti archeologici ed opere d’arte posti sotto sequestro. Si tratta di attività che oltre che alla formazione universitaria e ai requisiti di legge, richiedono competenze specifiche. Competenze oggi richieste anche agli operatori delle forze dell’ordine e di tutte le istituzioni chiamate ad intervenire nella difesa del patrimonio culturale e a contrastare le attività illecite e le organizzazioni criminali del settore. Parallelamente è sempre più indispensabile per i professionisti e gli operatori del settore formarsi e aggiornarsi adeguatamente sui principi, le metodologie e le tecniche che consentono, in ambito giudiziario ed extragiudiziario, di stabilire l’autenticità, la provenienza ed il valore economico attribuibile ad un reperto o un’opera d’arte.

A fornire conoscenze, abilità e competenze utili per operare negli ambiti indicati è finalizzata la "SCUOLA BIENNALE DI ALTA FORMAZIONE “ARCHEOLOGIA GIUDIZIARIA E CRIMINI CONTRO IL PATRIMONIO CULTURALE” , organizzata dal Centro per gli Studi Criminologici – Area Patrimonio Culturale – Dipartimento Archeologia Giudiziaria in collaborazione con l’Osservatorio Internazionale Archeomafie.

La Scuola è finalizzata a consentire a figure professionali di diversa formazione di utilizzare il proprio profilo professionale per rivestire un ruolo tecnico nelle attività di prevenzione, di indagine e di repressione dei crimini e degli atti vandalici contro il patrimonio culturale. In particolare la Scuola prepara i professionisti e gli operatori del settore, in possesso dei rispettivi requisiti di legge, a svolgere in ambito giudiziario le funzioni di Consulente Tecnico d’Ufficio (CTU), di Perito e di Consulente Tecnico di Parte (CTP) e di collaboratore ausiliario della Polizia Giudiziaria in qualità di Esperto (art. 348, 4 comma C.P.P), nonché in ambito giudiziario ed extragiudiziario l’attività di consulente di magistrati, avvocati, istituzioni, organizzazioni, enti locali, privati e forze dell’ordine.

Durata e attività didattiche:
La Scuola inizierà a Maggio 2021 e terminerà a Marzo 2023, per un monte complessivo di 3000 ore di formazione.

 

Tutti i Soci regolarmente iscritti all’ANA per l'anno in corso che intendono frequentare la Scuola riceveranno uno sconto del 15% sulla quota di iscrizione normalmente applicata.

 

Link al Bando: https://www.criminologi.com/web/wp-content/uploads/2021/03/Bando_Iscrizione_Scuola-Alta-Formazione_Archeologia_Giudiziaria_2021.-1.pdf