Confprofessioni - Audizione alla Camera sul PNRR

Il Presidente Nazionale Confprofessioni, Gaetano Stella, è stato audito il 4 febbraio alla Camera dei Deputati sull'argomento del Piano Nazionale Ripresa e Resilienza (PNRR). L'Associazione Nazionale Archeologi, membro della Confederazione delle Libere Professioni dal 2017, ha lavorato a fine anno (insieme ad altre associazioni) ad una proposta organica di interventi presentata alle istituzioni competenti (vedi qui).
Nel corso dell'audizione il Presidente Stella ha insistito su alcuni argomenti sui quali anche l'ANA si è fortemente concentrata: quello della digitalizzazione (in particolare la digitalizzazione del patrimonio) e su misure che rinforzino l'attività dei liberi professionisti.

Purtroppo nell'attuale PNRR, ha evidenziato Gaetano Stella, "le esigenze espresse dal mondo professionale sono del tutto trascurate, così come è avvenuto nella massima parte dei decreti emergenziali adottati durante la pandemia. Sta ora alle forze politiche ripensare il PNRR passando da politiche assistenziali a una strategia di lungo periodo che premi le competenze professionali e gli investimenti in infrastrutture". Per questo motivo, ha concluso il Presidente Stella, "è necessario che la governance dei progetti sia all’altezza, con una gestione dotata di poteri a carattere commissariale che eviti ritardi nell’esecuzione dei progetti e con il coinvolgimento di professionisti esperti nella gestione dei fondi europei, anche considerato che il nostro Paese utilizza in media il 30% delle risorse UE, contro una media del 40% negli altri Stati membri".