Associazione Nazionale Archeologi 
SITO UFFICIALE - OFFICIAL SITE  
www.archeologi.org 
 
  News   
Accesso riservato
Username
Password
Login automatico
  Cerca nel sito
 
i nostri links
COLAP (4923)
Archeonews (44)
 
CGIL > LETTERA DELL'ANA A SUSANNA CAMUSSO
Inserito il 26 giugno 2011 alle 13:31:00 da redazione-gs. IT - Tutte le notizie

Gent.ma Seg. Gen. Susanna Camusso,

come saprà sta circolando in questi giorni l'ipotesi di un
ulteriore aumento dell'aliquota previdenziale per gli
iscritti al Fondo Gestione Separata dell'INPS, che dovrebbe
passare dai 26,72% al 33,72%.
L'aliquota negli ultimi dieci anni è già salita dal 12%
al 26,72%. L'obiettivo dichiarato in questi anni da parte
del mondo politico-sindacale era quello di migliorare le
prospettive pensionistiche per chi versava e al contempo di
scoraggiare i datori di lavoro a ricorrere alle forme di
parasubordinazione.
A oltre dieci anni di distanza si può affermare senza
alcun dubbio che la scelta di innalzare l'aliquota ha
mancato clamorosamente entrambi gli obiettivi: le
prospettive pensionistiche, come ha affermato lo stesso
Presidente dell'INPS Mastrapasqua, sono da fame perché i
compensi medi rimangono da fame; e i rapporti
parasubordinati riguardano ormai quasi un milione e mezzo di
persone.
Come Associazione siamo decisamente contrari a questa
ipotesi perché peggiorerebbe ulteriormente la condizione
quotidiana dei lavoratori parasubordinati e autonomi, dal
momento che in assenza di compensi e tariffe minimi ogni
aumento di contributi si traduce inevitabilmente in
un'erosione del compenso netto del contribuente. Ed appare
sospetta questa ossessiva attenzione da parte del Governo
nei confronti del futuro previdenziale dei parasubordinati e
delle p. iva senz'albo, quando contemporaneamente si assiste
ad una concreta indifferenza rispetto a questioni ben più
urgenti che riguardano il presente di centinaia di migliaia
di persone, a cominciare da compensi equi, diritto alla
malattia, alla maternità, ai congedi parentali, etc.
Soprattutto nel pieno di una crisi in cui chi non ha un
lavoro stabile, parasubordinato o autonomo, ha visto franare
i propri redditi e di conseguenza i propri progetti di vita.
In sostanza la misura ipotizzata dal Governo, con la scusa
di pensare al futuro dei precari, rischia di essere
l'ennesimo espediente per fare cassa sulla pelle dei
precari, di cui invece si continua a trascurare l'emergenza
del presente.
L'Associazione Nazionale Archeologi da qualche anno
collabora proficuamente con la CGIL attraverso la Consulta
delle Professioni e poco più di un anno fa ha sottoscritto
un appello al Governo per scongiurare l'ulteriore aumento
dei contributi, soprattutto in assenza di immediate misure a
tutela dei compensi e dei diritti.
Per questo facciamo appello a Lei e ai responsabili della
Consulta delle Professioni affinché la CGIL si impegni
senza esitazioni per contrastare ogni ipotesi di aumento dei
contributi.

Certi della Sua Attenzione,

Tsao Cevoli
Associazione Nazionale Archeologi
Presidente
www.archeologi.org
presidente@archeologi.org

Torna indietro | Stampa News | Informa un amico
 
IN EVIDENZA
 
19 luglio 2013
Borsa del Turismo Archeologico
Anche quest'anno l'Ana sarà presente alla Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico, a Paestum dal 14 al 17 novembre 2013. http://www.borsaturismoarcheologico.it
27 novembre 2012
ANA > Tesseramento 2013
ISCRIVITI ALL'ASSOCIAZIONE!!
26 settembre 2011
FIRMA LA PETIZIONE!!
Firma la Petizione per la ratifica della Convenzione europea per la protezione del patrimonio archeologico
 
Copyright © 2005-2008 web ® Associazione Nazionale Archeologi Tutti i diritti riservati   Powered by Arago