Associazione Nazionale Archeologi 
SITO UFFICIALE - OFFICIAL SITE  
www.archeologi.org 
 
  News   
Accesso riservato
Username
Password
Login automatico
  Cerca nel sito
 
i nostri links
COLAP (3474)
Archeonews (44)
 
ARCHEOCONDONO: UNA BATTAGLIA CONTRO LE MAFIE DELL’ARCHEOLOGIA
Inserito il 18 luglio 2010 alle 23:42:00 da redazione-ct. IT - Tutte le notizie

Lettera aperta del Presidente dell'Associazione Nazionale Archeologi, Tsao Cevoli, ai firmatari dell'appello contro l'archeocondono:

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>
Cari amici che avete sostenuto la battaglia contro l'archeocondono,

Siamo riusciti a vincere la prima battaglia. La mobilitazione del mondo dei beni culturali, delle associazioni, degli enti locali e di tanti cittadini è riuscita a bloccare il tentativo di imboscare l'archeocondono nella finanziara approvata in questi giorni con voto di fiducia.

Decisivi sono stati, proprio all'alba della presentazione della finanziaria, i duri attacchi contro l'archeocondono mossi, in seguito alle nostre proteste, dall'On. Ghizzoni, capogruppo del PD in Commissione Cultura della Camera dei Deputati e dall’on. Fabio Granata, capogruppo del PDL in Commissione Cultura e Vicepresidente della Commissione Antimafia. Proteste che hanno costretto ad una pubblica dichiarazione il Presidente della Commissione Bilancio, il senatore Antonio Azzolini, in qualità di relatore della finanziaria.

Il mondo politico non ha potuto ignorare un appello nato dal basso e che in pochi giorni ha dilagato in internet, raccogliendo migliaia di adesioni da parte di associazioni quali Legambiente, i Gruppi Archeologici d'Italia, Assotecnici, di numerosi autorevoli esponenti del mondo della cultura e di migliaia di cittadini, in Italia e all'estero. E' stata una grande mobilitazione della società civile, del popolo della rete, per la salvaguardia di un’archeologia di tutti e per tutti.

Il pericolo non è tuttavia del tutto cessato: resta infatti alla Camera dei Deputati la proposta di legge per l'archeocondono (numero 3540) depositata dall’On. Giuseppe Marinello. Dobbiamo perciò continuare la nostra raccolta di firme, per impedire che questa legge sia approvata. Una legge che nei fatti si tradurrebbe in un regalo alle archeomafie che dagli scavi clandestini fino all’esportazione e alla vendita all'estero gestiscono il mercato illecito di antichità.

Traffici illeciti contro i quali negli ultimi anni lo Stato, con le Soprintendenze, le Procure e le forze dell’ordine, sta riuscendo a portare a termine operazioni brillanti come, proprio in questi giorni, il recupero in Svizzera di 337 opere nel porto franco di un trafficante giapponese. Operazioni che l'archeocondono renderebbe vane: trafficanti e tombaroli potrebbero, infatti, sanare impunemente i loro bottini illeciti prima di essere scovati.

E non è un caso che scelgo di scrivervi oggi, alla vigilia dell'anniversario della strage di Via D'Amelio in cui il 19 luglio 1992 morirono il giudice Paolo Borsellino e cinque agenti di scorta. Vi scrivo oggi perché, come dichiarato una volta anche dal Procuratore Nazionale Antimafia Piero Grasso, i traffici illeciti di antichità costituiscono il terzo business delle mafie. La nostra è dunque anche una battaglia per la legalità e contro le mafie.

Occorre dunque portare avanti questa battaglia, continuare il nostro impegno per l'appello, per fermare questo e ogni altro attacco al territorio, al paesaggio e al patrimonio culturale italiano. Occorre ricordare e ribadire con forza il principio fondamentale su cui da sempre si fonda la tutela dei beni culturali nel nostro Paese: il patrimonio culturale appartiene a tutti noi, perché è l'eredità storica su cui si fonda la nostra cultura e la nostra stessa identità di Italiani. I beni culturali hanno bisogno di seri interventi legislativi che servano al rilancio della ricerca, della tutela e della fruizione, non alla loro svendita.

Non abbassiamo la guardia. Continuiamo ad impegnarci. Nessun archeocondono è ammissibile. L’unica possibile emersione dei beni culturali è la loro restituzione alla collettività.

Tsao Cevoli
Presidente dell'Associazione Nazionale Archeologi

Torna indietro | Stampa News | Informa un amico
 
IN EVIDENZA
 
19 luglio 2013
Borsa del Turismo Archeologico
Anche quest'anno l'Ana sarà presente alla Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico, a Paestum dal 14 al 17 novembre 2013. http://www.borsaturismoarcheologico.it
27 novembre 2012
ANA > Tesseramento 2013
ISCRIVITI ALL'ASSOCIAZIONE!!
26 settembre 2011
FIRMA LA PETIZIONE!!
Firma la Petizione per la ratifica della Convenzione europea per la protezione del patrimonio archeologico
 
Copyright © 2005-2008 web ® Associazione Nazionale Archeologi Tutti i diritti riservati   Powered by Arago