Associazione Nazionale Archeologi 
SITO UFFICIALE - OFFICIAL SITE  
www.archeologi.org 
 
  News   
Accesso riservato
Username
Password
Login automatico
  Cerca nel sito
 
i nostri links
COLAP (5058)
Archeonews (44)
 
ANA > COMUNICATO SU QUESTIONE CONCORSO E RIQUALIFICAZIONI
Inserito il 06 febbraio 2010 alle 11:26:00 da redazione-ct. IT - Tutte le notizie

Facendo seguito alle iniziative messe in atto dal comitato di vincitori e idonei dei concorsi MiBAC per 500 posti, l’Associazione Nazionale Archeologi denuncia l’ingiustificato e pesante ritardo nell’espletamento delle procedure di assunzione e la pressoché totale assenza di informazioni al riguardo da parte dell’Amministrazione Procedente.

In ragione di ciò l'Associazione Nazionale Archeologi chiede: che venga al più presto garantita la certezza dell’assunzione ai candidati dichiarati vincitori per la terza (fascia retributiva F1) e per la seconda area (fascia retributiva F3); che vengano definiti tempi certi e ragionevoli per l’assunzione dei vincitori.

L’Associazione Nazionale Archeologi ribadisce, inoltre, come più volte già denunciato, che i posti messi a concorso nel 2008 per i profili tecnico scientifici (archeologo, architetto, archivista, bibliotecario, storico dell'arte), per di più a distanza di molti anni dalle ultime procedure di reclutamento (tredici anni dall’ultimo concorso nazionale), erano del tutto insufficienti alle reali esigenze di tutela, gestione e valorizzazione del patrimonio culturale italiano.

Tale insufficienza, che diventerà sempre più acuta con i massicci pensionamenti attesi nei prossimi anni, unitamente alla scarsità di fondi, si traduce in una sempre minore capacità per le Soprintendenze di svolgere le proprie funzioni istituzionali, con gravi ricadute per il patrimonio culturale e per il paesaggio italiano.

L'Associazione Nazionale Archeologi chiede, inoltre, precisi chiarimenti in merito all’ipotesi di assegnazione di ulteriori 100 posti relativi al turn over 2008, sui quali risulta siano in corso trattative con le OO. SS.

La costatazione che, ad appena un anno dall’espletamento dell’ultimo concorso, il numero dei posti messi a concorso sia già del tutto insufficiente a coprire le esigenze del turn over, da inequivocabilmente ragione all’Associazione Nazionale Archeologi che denunciava questa grave carenza all’epoca del concorso.

Una politica di reclutamento del personale improntata a serietà, trasparenza, meritocrazia e innovazione imporrebbe ora al Ministero di rimediare a questa grave propria mancanza coprendo i nuovi 100 posti o attraverso nuovi concorsi pubblici o scorrendo le graduatorie del concorso appena espletato, assorbendo coloro che, avendo certificato il possesso dei titoli richiesti, hanno superato severe prove di selezione, risultando infine idonei.

Si rivelerebbe invece quanto mai inopportuno, per colmare tali vacanze, l'ampliamento dei 460 posti già previsti per la procedura di riqualificazione dalla seconda alla terza area.

Tale eventualità, oltre che in evidente contrasto con le linee dettate dal decreto Brunetta, che prescrive per i passaggi di area procedure pubbliche subordinate al possesso di titolo specifico (es.: nel caso dell’archeologo specializzazione o dottorato), sarebbe certamente poco vantaggiosa, anche in termini economici, per l'interesse pubblico poiché molti dei riqualificandi, che hanno già usufruito di uno o due passaggi di livello per concorsi interni, otterrebbero un ulteriore passaggio pochi anni prima della conclusione del rapporto.

Occorre ricordare che i riqualificandi, cui sono già stati destinati 460 posti in terza area (rispetto ai 100 previsti per la stessa area dall'ultimo concorso aperto agli esterni), sono nella maggior parte dei casi meno qualificati degli idonei, poiché sprovvisti dei titoli di specializzazione o dottorato, ritenuti invece obbligatori sia per l'accesso all'ultimo concorso aperto agli esterni che per l’iscrizione all’elenco dell’archeologia preventiva (art.95 del D.Lgs. 12 aprile 2006 n.163 e D.M. 20 marzo 2009 n.60).

Per di più le prove concorsuali previste per la riqualificazione sono con ogni evidenza del tutto inadeguate a selezionare profili dirigenziali, tanto più se rapportate alla estrema severità e selettività di quelle previste per il concorso appena espletato, aperto agli esterni, tanto vero che gran parte degli ammessi alle prove scritte e orali non sono stati giudicati idonei.

Il ricorso alle procedure di riqualificazione si rivelerebbe tanto più ingiusto nelle numerose regioni per le quali non era stato messo alcun posto a concorso, dove appare ora palese la precisa e colpevole volontà del Ministero all’epoca del bando, di lasciare queste regioni in una situazione di carenza di organico per procedere poi successivamente a tali riqualificazioni.

L'Associazione Nazionale Archeologi, qualora si procedesse effettivamente al reclutamento di ulteriori 100 posti, auspica pertanto l'immissione di personale scientifico nuovo, adeguatamente qualificato, e motivato, che potrà giovarsi ancora per poco della possibilità di affiancare funzionari preparati ed di esperienza, molti dei quali ormai prossimi al pensionamento.

Tale scelta consentirebbe inoltre un opportuno trasferimento delle conoscenze e un corretto ricambio generazionale. È noto e facilmente verificabile che gli idonei dell'ultimo concorso aperto agli esterni per la terza area, in qualità di collaboratori esterni delle Soprintendenze e delle Università, forniscono da anni un contributo fondamentale e irrinunciabile al processo di salvaguardia del patrimonio culturale e alla ricerca scientifica in ambito archeologico. Esattamente come le migliaia di professionisti che operano in Italia in una condizione lavorativa e professionale priva di regolamentazione e, di conseguenza, delle più elementari forme di tutela e dei più basilari diritti, ancora in attesa che si arrivi a un ormai improcrastinabile riconoscimento professionale della categoria.

Torna indietro | Stampa News | Informa un amico
 
IN EVIDENZA
 
19 luglio 2013
Borsa del Turismo Archeologico
Anche quest'anno l'Ana sarà presente alla Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico, a Paestum dal 14 al 17 novembre 2013. http://www.borsaturismoarcheologico.it
27 novembre 2012
ANA > Tesseramento 2013
ISCRIVITI ALL'ASSOCIAZIONE!!
26 settembre 2011
FIRMA LA PETIZIONE!!
Firma la Petizione per la ratifica della Convenzione europea per la protezione del patrimonio archeologico
 
Copyright © 2005-2008 web ® Associazione Nazionale Archeologi Tutti i diritti riservati   Powered by Arago