Associazione Nazionale Archeologi 
SITO UFFICIALE - OFFICIAL SITE  
www.archeologi.org 
 
  News   
Accesso riservato
Username
Password
Login automatico
  Cerca nel sito
 
i nostri links
COLAP (5385)
Archeonews (44)
 
NOTIZIE > L'Italia ratifica della Convenzione Unesco per la protezione del patrimonio culturale suba
Inserito il 15 novembre 2009 alle 01:50:00 da redazione-ct. IT - Tutte le notizie

L'Italia ratifica della Convenzione Unesco per la protezione del patrimonio culturale subacqueo

Con la Legge 157 del 23 ottobre 2009 (GU n. 262 del 10.11.2009), è stata finalmente ratificata anche dall'Italia la Convenzione Unesco sulla protezione del patrimonio culturale subacqueo, adottata a Parigi il 2 novembre 2001.

Da anni erano in molti a sottolineare l'importanza della ratifica della Convenzione Unesco: una battaglia vinta anche dall'Associazione Nazionale Archeologi, che nel 2007 nel Dossier "L'Arte sotto il mare" realizzato in collaborazione con Legambiente nell'ambito della campagna Salvalarte (Autori: Federica Sacco, Tsao Cevoli, Lidia Vignola, Daniele Petrella), aveva chiesto come primo passo da fare proprio quello di ratificare la Convenzione Unesco del 2001 e di promuoverne la ratifica da parte degli altri paesi europei e mediterranei.

Il dossier completo è scaricabile al sito:
http://www.legambiente.eu/documenti/2007/0925_salvalarte2007/dossier_mare-salvalarte.pdf

L'Associazione Nazionale Archeologi aveva inoltre lanciato con forza la richiesta con una Tavola Rotonda dal tema “Mare Nostrum: la tutela del patrimonio archeologico e ambientale del Mediterraneo”, organizzata il 17 novembre 2007 in occasione Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico di Paestum, con la partecipazione di autorevoli esponenti del mondo politico, istituzionale, accademico e delle associazioni impegnate in attività di tutela e sensibilizzazione.

"Questa nuova importantissima ratifica da parte della Repubblica Italiana - recita il comunicato stampa del MiBAC - permette una migliore tutela del Patrimonio Archeologico Subacqueo e va a affiancare il “Progetto Archeomar censimento dei Beni Archeologici sommersi“ della Direzione Generale per le Antichità di Roma. Dal 2003 il Progetto Archeomar ha già effettuato il censimento dei beni sommersi delle regioni italiane di Campania, Calabria, Basilicata e Puglia (www.archeomar.it), in questo periodo sta effettuando le proprie ricerche, lo studio documentale presso le coste e il mare delle regioni Lazio e Toscana. Il Progetto Archeomar è interamente realizzato con risorse umane interne alla Pubblica Amministrazione del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Direzione Generale per le Antichità, Sezione Tecnica per l’Archeologia Subacquea, in stretta collaborazione con le Soprintendenze per i Beni Archeologici delle regioni italiane interessate e coinvolte nel Progetto Archeomar; in questi anni di ricerca il Progetto Archeomar ha ottenuto notevoli risultati tecnici e scientifici. Inoltre l’operazione “SOS PATRIMONIO SOMMERSO” è un’ulteriore strumento di tutela che coinvolge e rende protagonista ogni cittadino italiano della Comunità Europea, delle Nazioni del continente Africano che si affacciano sul Mare Mediterraneo".

Torna indietro | Stampa News | Informa un amico
 
IN EVIDENZA
 
19 luglio 2013
Borsa del Turismo Archeologico
Anche quest'anno l'Ana sarà presente alla Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico, a Paestum dal 14 al 17 novembre 2013. http://www.borsaturismoarcheologico.it
27 novembre 2012
ANA > Tesseramento 2013
ISCRIVITI ALL'ASSOCIAZIONE!!
26 settembre 2011
FIRMA LA PETIZIONE!!
Firma la Petizione per la ratifica della Convenzione europea per la protezione del patrimonio archeologico
 
Copyright © 2005-2008 web ® Associazione Nazionale Archeologi Tutti i diritti riservati   Powered by Arago