Master CSC

logo_csc.gif

Master: Archeologia Giudiziaria e Crimini contro il Patrimonio Culturale

Quota di iscrizione scontata per i soci ANA

 

Sempre più frequentemente l’archeologia e le discipline dei beni culturali trovano applicazione in ambito giudiziario: gli archeologi, gli storici dell’arte e gli altri professionisti della tutela del patrimonio culturale sono chiamati, infatti, a mettere le proprie competenze a servizio della magistratura, degli inquirenti, delle forze dell’ordine, degli avvocati e dei professionisti operanti nel settore della giustizia, per svolgere le funzioni di consulenti e per redigere perizie e valutazioni su danni al patrimonio culturale e su reperti archeologici ed opere d’arte posti sotto sequestro. Si tratta di attività che, oltre che alla formazione universitaria, richiedono competenze specifiche. Competenze oggi richieste anche agli operatori delle forze
dell’ordine e di tutte le istituzioni chiamate ad intervenire nella difesa del patrimonio culturale e a contrastare le attività illecite e le organizzazioni criminali del settore.


Parallelamente nel corso degli ultimi anni nelle indagini di polizia e nelle analisi delle scene dei crimini si è diffuso l’utilizzo di tecniche di lettura ed interpretazione delle evidenze materiali e dei contesti tipiche dell’archeologia, particolarmente importanti nel caso di crimini avvenuti molto tempo prima della loro scoperta. Ciò rende sempre più indispensabile per i professionisti e gli operatori del settore formarsi e aggiornarsi adeguatamente sui principi, le metodologie e le tecniche di indagine delle scienze archeologiche, che consentono di riconoscere un reperto, identificare la provenienza e l’epoca, ricostruire la disposizione spaziale di persone o oggetti in un contesto e la sequenza temporale degli eventi svoltisi in un determinato spazio, attraverso la lettura e l’interpretazione delle tracce materiali.


A fornire conoscenze, abilità e competenze per operare negli ambiti indicati è finalizzato il Master “Archeologia Giudiziaria e Crimini contro il Patrimonio Culturale” organizzato dal Centro per gli Studi Criminologici ‐ Dipartimento Beni Culturali e Archeomafie in collaborazione con l’Osservatorio Internazionale Archeomafie. Al termine della formazione verrà rilasciato dall’Ente di Formazione accreditato “Centro per gli Studi Criminologici, Giuridici e Sociologici” un ‘Attestato di Frequenza’, in bollo, riconosciuto dalla Regione Lazio ai sensi della legge regionale n. 23 del 25 febbraio 1992, comprovante le competenze acquisite quale esperto in “ Archeologia Giudiziaria”.

Tutti i Soci regolarmente iscritti all’ANA che intendono frequentare il Master riceveranno uno sconto pari a € 400,00 (quattrocento/00 cent.) sulla quota di iscrizione normalmente applicata. La quota di iscrizione al Master per i Soci dell’ANA sarà quindi pari a € 1.700,00, anziché € 2.100,00.

 

Il sito web dell'Associazione Nazionale Archeologi utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il sito utilizza cookie di terze parti (Google Analytics, Facebbok, Twitter) mentre NON utilizza cookie di profilazione ai fini di invio di messaggi pubblicitari mirati. Proseguendo nella navigazione del sito si presta il consenso all’utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni