Un’interrogazione parlamentare riaccende i riflettori sui lavori di archeologia preventiva nella Terra dei Fuochi per la costruzione della linea TAV Roma-Napoli

Terra dei Fuochi2.jpg

Un’interrogazione parlamentare riaccende i riflettori sui lavori di archeologia preventiva nella Terra dei Fuochi per la costruzione della linea AV Roma-Napoli

 Lo scorso giovedì 27 luglio, con un’interrogazione parlamentare rivolta ai ministri della Salute, delle Infrastrutture e Trasporti, dell’Ambiente e dei Beni Culturali e del Turismo, il Sen. Nugnes (M5S) è tornato a chiedere chiarezza sui lavori di archeologia preventiva eseguiti lungo il tratto campano della ferrovia Alta Velocità Roma-Napoli, svoltisi a cavallo degli anni 2000. L’interrogazione parlamentare rilancia la denuncia dell’Associazione Nazionale Archeologi, che già nel 2014 aveva presentato alcuni dati allarmanti in un’intervista rilasciata da Lidia Vignola al Corriere della Sera nel 2014 e in diversi interventi radiofonici di Tommaso Conti, all’epoca presidente della sezione regionale ANA Campania, e Tsao Cevoli, già presidente nazionale dell'ANA.

L'allarme a suo tempo lanciato dall’Associazione Nazionale Archeologi sottolineava il livello di inquinamento da rifiuti tossici nelle province di Napoli e Caserta, con il conseguente picco di tumori tra quanti lavorarono sulla linea AV. Oltre al grave problema della contaminazione da rifiuti tossici, un fatto tristemente noto nella cosiddetta Terra dei Fuochi, l'ANA denunciò anche le condizioni vessatorie in cui gli archeologi furono costretti ad operare. Paradossale poi anche la mancata musealizzazione degli importantissimi reperti scoperti durante gli scavi, che a distanza di anni ancora giacciono in capannoni di lamiera in attesa di un’adeguata sistemazione. “La difesa dei diritti elementari, a cominciare da quello alla salute e alla sicurezza, è uno degli obiettivi principali dell’Associazione Nazionale Archeologi – dichiara il presidente regionale Nicola Meluziis - Spesso i colleghi impegnati su cantieri anche di alta rilevanza subiscono disagi a causa della scarsa considerazione che si ha della nostra professione".

 

Social media

Logo_FBLogo_TWLogo_YTLogo_GOLogo_LKLogo_IS

Il sito web dell'Associazione Nazionale Archeologi utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il sito utilizza cookie di terze parti (Google Analytics, Facebbok, Twitter) mentre NON utilizza cookie di profilazione ai fini di invio di messaggi pubblicitari mirati. Proseguendo nella navigazione del sito si presta il consenso all’utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni