Alberto Samonà nuovo Assessore ai Beni Culturali e all'Identità Siciliana: un'eredità pesante.

Alberto_Samon_assessore_BC_Sicilia.jpg

Dopo 14 mesi la Sicilia torna ad avere un proprio Assessore ai Beni Culturali e all’Identità Siciliana:
Alberto Samonà raccoglie la pesante eredità di Sebastiano Tusa e va a sostituire il Presidente della Regione Siciliana che ricopre tale ruolo ad interim dal marzo 2019. 

Il nuovo Assessore, al quale vanno i nostri sinceri auguri di buon lavoro, si insedia in un periodo particolarmente complicato per i Beni Culturali dell’Isola, paralizzati da circa tre mesi dall’emergenza sanitaria Covid19, e in un momento in cui il governo regionale sta discutendo un nuovo disegno di legge in materia di Beni Culturali e Tutela del paesaggio.
L’ANA spera che si instauri sin da subito un dialogo aperto e costruttivo col nuovo Assessore, auspicando interventi sul patrimonio regionale moderni e adeguati alla complessità della società contemporanea. Come sottolineato più volte, tale operazione non può prescindere dal coinvolgimento di figure con adeguate competenze professionali in ambito archeologico e nella gestione e valorizzazione dei beni culturali.
Ci auguriamo soprattutto che il pur auspicabile  snellimento della macchina burocratica regionale non passi attraverso forme di deregolamentazione della tutela del patrimonio culturale, in quanto la una corretta e proficua valorizzazione inizia proprio dalla tutela del bene stesso.
Sottolineiamo ancora una volta le carenze negli organici dell’amministrazione regionale dei Beni Culturali in quanto a figure portatrici di adeguate competenze professionali rispetto ai ruoli ricoperti, con soprintendenze e parchi archeologici con un solo – o perfino nessun – funzionario archeologo e con Musei e Parchi archeologici diretti da architetti in violazione della normativa nazionale più recente.
"Non è superfluo ribadire come tutela e  valorizzazione dell'immenso patrimonio culturale dell'Isola non possano prescindere da una implementazione del personale tecnico-scientifico con le adeguate competenze in ambito archeologico e museale selezionato tramite procedure concorsuali trasparenti, e dal coinvolgimento delle figure professionali abilitate e competenti ad intervenire, a norma di legge, sui beni culturali" dichiara Marco Correra, Presidente Regionale di ANA Sicilia.

Comunicato Stampa del
19 Maggio 2020

 

Social media

Logo_FBLogo_TWLogo_YTLogo_GOLogo_LKLogo_IS

Il sito web dell'Associazione Nazionale Archeologi utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il sito utilizza cookie di terze parti (Google Analytics, Facebbok, Twitter) mentre NON utilizza cookie di profilazione ai fini di invio di messaggi pubblicitari mirati. Proseguendo nella navigazione del sito si presta il consenso all’utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni