La Circolare MiBACT n. 22 del 26 aprile 2017 aggira il principio della competenza tecnica

mibac.jpg

Con la circolare 22 del 26 aprile 2017 il MiBACT realizza un altro importante passo verso la riorganizzazione delle Soprintendenze, avviata con la riforma voluta dal Ministro Franceschini, stabilendo in via definitiva funzioni e compiti dei responsabili d’area sottoposti al Soprintendente unico: area archeologica, area storico-artistica, area paesaggio.

“Con l'introduzione del soprintendente unico, i responsabili d’area – afferma Salvo Barrano, presidente dell'Associazione Nazionale Archeologi – avranno un ruolo fondamentale sul piano tecnico ed é importante che le nomine avvengano secondo tre principi fondamentali: competenza tecnica, capacità ed esperienza. A nostro avviso questi semplici criteri non vengono rispettati a pieno nella circolare di aprile”.

 In particolare destano perplessità due questioni: la scelta di prorogare le nomine estemporanee frettolosamente fatte in estate per rodare la nuova macchina organizzativa e i criteri di nomina che rimangono ambigui.

"Già in autunno - aggiunge Giuseppina Manca di Mores, vicepresidente dell'ANA - avevamo segnalato al Ministro Franceschini la nomina di un architetto a responsabile d’area per il patrimonio archeologico, senza ricevere risposte convincenti dalla Direzione Generale.

“Aggirare il criterio di competenza tecnica, peraltro blindando inspiegabilmente le nomine provvisorie per un altro biennio, appare del tutto irragionevole oltre che arrogante - aggiunge Paolo Gull, Coordinatore del Comitato tecnico-scientifico dell'ANA.”.

“Aspettavamo un provvedimento nella direzione della trasparenza e del merito che desse slancio e operatività alla riforma del Ministero – conclude Barrano – ma questa circolare sembra rispondere esclusivamente alle oscure logiche autoreferenziali dell'appartato burocratico del MiBACT”.

 

Social media

Logo_FBLogo_TWLogo_YTLogo_GOLogo_LKLogo_IS

Il sito web dell'Associazione Nazionale Archeologi utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il sito utilizza cookie di terze parti (Google Analytics, Facebbok, Twitter) mentre NON utilizza cookie di profilazione ai fini di invio di messaggi pubblicitari mirati. Proseguendo nella navigazione del sito si presta il consenso all’utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni