Lavoro flessibile, diritti inderogabili: la posizione dell’Associazione Nazionale Archeologi

Leggi tutto...

Si è svolto a Roma, il 12 Settembre scorso, l’incontro “Lavoro flessibile, diritti inderogabili” organizzato da Radio Left Wing e moderato dall’on. Chiara Gribaudo con la partecipazione di un gran numero di sigle che negli anni hanno affrontato le tematiche del lavoro con specifico riferimento al settore del lavoro autonomo e liberi professionisti (Confprofessioni, CGIL, EBIPRO, Acta, Confcommercio, Inarsind, MGA, ADC).

In uno scenario economicamente sfavorevole (la prossima legge di bilancio non consentirà grandi spazi di manovra per inserire richieste specifiche) si è provato ad immaginare scenari positivi per le politiche del lavoro. Il dibattito si è concentrato in particolar modo sui temi della fiscalità e dei meccanismi tributari.

L’Associazione Nazionale Archeologi ha portato alla discussione un proprio contributo qualificato e tarato sulle istanze che dai professionisti archeologi sono arrivate nel corso degli anni: l’equo compenso in primis, una battaglia su cui si è fatta parecchia strada; la richiesta di servizi (soprattutto: consulenza fiscale/legale e aggiornamento professionale) e tutele di vario genere (tutela sui mancati pagamenti, tutela sui pagamenti in ritardo, tutele per malattia, genitorialità, infortuni, disoccupazione).

Alle associazioni di categoria in particolare i liberi professionisti negli anni hanno chiesto regole più stringenti per l’accesso alla professione e forme di protezione contro la concorrenza al ribasso quale forma di scorrettezza applicata da altri professionisti. Riconoscendo la validità di alcuni provvedimenti che negli anni (più passati che recenti) hanno aumentato le tutele per il lavoro autonomo e per le partite iva, siamo convinti che si possa e si debba fare di più e pare che analogo orientamento sia stato espresso da tutte le sigle partecipanti.

Al netto di tutte le singole istanze, ugualmente e parimenti valide, emerge un elemento di insoddisfazione sul quale è opportuno che la politica rifletta. Studi di settore (Confprofessioni 2017) dimostrano che esiste un elemento di valutazione soggettiva rilevante nel giudicare la propria posizione nel mondo del lavoro e in generale l’efficacia dell’azione politica delle diverse rappresentanze. Al crescere della soddisfazione economica decresce il senso di insoddisfazione verso le politiche attuate dalle rappresentanze professionali e di categoria. Ovviamente, al contrario, condizioni economiche precarie accrescono nei professionisti una sensazione di abbandono da parte dello Stato (per la propria categoria professionale) o comunque di inefficacia di azione politica da parte delle rappresentanze.

Riecheggiavano nell’aria le parole di un bravo sindacalista, Davide Imola, che qualche anno fa evidenziava la necessità di far evolvere sia le forme di rappresentanza, che quelle di regolazione: da allora molti passi avanti sono stati fatti, ma la condizione dei lavoratori autonomi impone di imprimere ancora maggiore efficacia alle azioni da mettere in campo.  

Alessandro Garrisi
Presidente
Associazione Nazionale Archeologi



L'Associazione Nazionale Archeologi a BRIGHT - La Notte dei Ricercatori in Toscana

Leggi tutto...

Ritorna BRIGHT “La notte dei Ricercatori in Toscana”

Tanti gli eventi organizzati in tutta la regione per migliorare la visibilità e la percezione del lavoro dei ricercatori nella comunità territoriale, in contemporanea con tutte le iniziative europee della Notte dei Ricercatori (the European Researcherss’ Night – ERN).

BRIGHT: “Brilliant Researchers Impact on Growth Health and Trust in research” (I ricercatori di talento hanno un impatto sulla crescita, la salute e la fiducia nella ricerca) richiama l’aspetto positivo dell’attività di ricerca e divulga un messaggio di fiducia. L’obiettivo è quello di accrescere la consapevolezza dell’importanza del ruolo dei ricercatori nel risolvere le grandi sfide del futuro, quali salute e benessere, nuove tecnologie, sviluppo sostenibile, la conoscenza dei fenomeni naturali e della nostra eredità culturale.

L’Associazione Nazionale Archeologi è lieta di accogliere l'importante invito alla divulgazione partecipando alla manifestazione nella città di GROSSETO il prossimo 27 Settembre: si aprono le porte della ricerca archeologica nel territorio con un programma che pone l’archeologia in primo piano, una grande occasione di riscoperta del patrimonio e di riconoscimento del grande lavoro svolto dai professionisti.

In programma conferenze multidisciplinari che ricostruiscono la storia umana e ambientale della Maremma e visite gratuite ai musei.

La sezione ANA Toscana sarà presente dalle 16.00 alle 19.00 con un proprio punto informativo presso le Sale MUSEOLAB – Museo Laboratorio della Città di Grosseto, al II° piano, in via Vinzaglio 27 Grosseto.

Come sempre i rappresentanti della sezione regionale saranno a completa disposizione anche di tutti i professionisti del territorio che necessitano informazioni sui programmi associativi, le convenzioni attive, i progetti regionali e nazionali ed il tesseramento.

Potete trovare il programma completo di Bright Grosseto qui -->  http://www.bright-toscana.it/grosseto/

Bando permanente per l'iscrizione agli elenchi professionali per l'archeologo

NOTA INFORMATIVA

Il 4 Settembre la Direzione Generale Educazione e Ricerca del MiBACT ha emanato una circolare relativa al bando permanente per l'iscrizione agli elenchi professionali degli archeologi e relative fasce, ai sensi dell'art. 9-Bis del Codice dei Beni Culturali, della L. 110/2014 e del DM 244/2019
(consultabile qui: http://www.beniculturali.it/mibac/export/MiBAC/sito-MiBAC/Contenuti/MibacUnif/Comunicati/visualizza_asset.html_1031915943.html ).

Nonostante le prime indicazioni fornite in fase di approvazione del decreto avessero indicato la fine di agosto come termine per la pubblicazione del sito per la presentazione delle domande, gli elenchi saranno effettivamente accessibili (salvo nuovi rinvii) dal 1  dicembre 2019: a partire da tale data sarà possibile presentare domanda di iscrizione.

Alla procedura di iscrizione può partecipare chi sia in possesso dei titoli richiesti e abbia svolto le attività di cui all'allegato 2 del DM
(consultabile qui:  http://www.beniculturali.it/mibac/multimedia/MiBAC/documents/1559205679716_All._Elenchi_Nazionali_Professionisti_Beni_Culturali.pdf );

il possesso dei requisiti dà diritto all'iscrizione nelle fasce di competenza. In seguito alla maturazione di ulteriori competenze si potrà accedere alla fascia superiore, integrando la precedente iscrizione.

La presentazione della domanda definisce l'iscrizione agli elenchi, MA in via provvisoria. Le successive procedure di verifica dalla commissione ex art. 7 del DM garantiranno l'iscrizione definitiva.

Gli elenchi saraLeggi tutto...nno consultabili sul portale dedicato.

La domanda va presentata solo ed esclusivamente per via telematica, presentando la documentazione richiesta, e nella compilazione della domanda il candidato autocertificherà i propri titoli e competenze, fornendo le indicazioni necessarie alle opportune verifiche della commissione.

L'autocertificazione della domanda, all'atto dell'iscrizione, potrà essere sostituita da apposito numero di repertorio fornito dall'Associazione di categoria abilitata ai sensi della l. 4/2013.

Una volta perfezionata la domanda viene rilasciata l'attestazione di avvenuta iscrizione e presenza negli elenchi.

La commissione valuterà le domande in ordine di arrivo.

I candidati, all'atto dell'iscrizione, devono autorizzare l’utilizzo dei propri dati personali, e possono ricorrere, in modo avverso alla procedura selettiva, nelle forme e nei termini previsti dalla legge. 



Pagina 1 di 67

 

Nuova Convenzione ANA

Elenco Archeologi Professionisti

Osservatorio Bandi

Copertura assicurativa

Il sito web dell'Associazione Nazionale Archeologi utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il sito utilizza cookie di terze parti (Google Analytics, Facebbok, Twitter) mentre NON utilizza cookie di profilazione ai fini di invio di messaggi pubblicitari mirati. Proseguendo nella navigazione del sito si presta il consenso all’utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni